Scrivere un blog fa schifo (se non sai come farlo)

Facebook 0
Google+ 0
Twitter
LinkedIn 0
WhatsApp
Email
scrivere un blog

scrivere un blogHo “rubato” il titolo di questo nuovo post al titolo di un libro molto famoso sulla vendita che mi è piaciuto un casino e che ti consiglio di leggere per esprimere un concetto vero che molti blogger si “dimenticano” di dirti quando ti consigliano di aprire un blog: Scrivere un blog fa schifo. E lo dico sul serio.

A nessuno piace scrivere e tantomeno scrivere un blog. Però è necessario, soprattutto oggi. Vediamo insieme i principali motivi per cui vale la pena sbattersi e aprire questo benedetto blog.

Scrivere un blog: perché farlo?

I motivi sono tanti, troppi. Vediamoli insieme i 4 motivi che reputo più importanti.

  1. In primis, è l’unico modo che conosco (e probabilmente l’unico che esiste) per fare SEO e ottimizzare il proprio sito per i motori di ricerca. Non ne conosco altri. Ogni volta che scrivi un nuovo articolo, aggiungi una nuova pagina al sito e questo piace tantissimo a Google. Scrivere regolarmente su un blog articoli di qualità e fatti bene, ti porta ad aumentare il traffico al sito. Più traffico si traduce in più contatti e più clienti. Semplice.
  2. Ti posizioni come esperto per un determinato argomento. Se hai un blog con tantissimi articoli e contenuti, in automatico le persone pensano che tu sia un esperto di quell’argomento (poi magari non è vero, però non importa, il messaggio che passa è questo). Ho letto questa cosa su un blog che parla di copywriting (scrittura persuasiva) e mi è rimasta impressa e la voglio condividere con te. Se una persona ti percepisce come esperto di un argomento che le sta a cuore, stai pur tranquillo che è ben disposta ad ascoltarti (e ad aprire il portafogli per acquistare i tuoi prodotti o servizi)
  3. Fai chiarezza sugli argomenti che hai in testa. A me capita spesso. Quando c’è un argomento che conosco ma che faccio fatica ad esporre a voce di persona, la prima cosa che faccio è scriverlo nel mio blog. In questo modo, quando scrivo, mi sforzo a mettere in ordine le idee e fare chiarezza.
  4. Scrivere un blog ti fa guadagnare e ottenere le cosiddette “rendite passive” se lo fai con una strategia a monte. Non ti dirò come puoi guadagnare con un blog perchè internet scoppia di articoli che ti spiegano come fare, quindi passo oltre.

OK, ora che abbiamo capito che cosa puoi ottenere scrivendo un blog, vediamo alcune strategie terra terra che puoi applicare fin da subito per scrivere un blog decente e magari ottenere qualche risultato.

Scrivere un blog: il modo più facile che conosco

Su internet troverai decine di articoli che ti dicono di creare un piano editoriale. Ossia ti metti lì, fai un elenco in Excel dei 30 argomenti che devi trattare (se sei un po’ più bravino fai una ricerca delle parole chiave relative) e con accanto delle date che dettano il ritmo della pubblicazione.

E’ un’ottima strategia ma che non consiglio, soprattutto per chi è all’inizio. Ci vuole troppa disciplina.

Il mio consiglio è quello di iniziare a scrivere i primi articoli, senza pensarci troppo.

Tanto i tuoi primi articoli faranno “schifo” perché non sei abituato a scrivere (a meno che tu non provenga dal giornalismo o hai frequentato/stai frequentando una laurea umanistica). Quindi tanto vale scriverli senza pensarci troppo su. Altrimenti rischi che ti blocchi e non parti mai.

Poi, man mano che scrivi, diventerai sempre più bravo, ci prenderai la mano, e col tempo vedrai che sarà sempre più facile scrivere articoli piacevoli da leggere. Oppure, cosa molto probabile, capirai che scrivere un blog non è la tua strada, proprio non ti riesce. Allora tanto meglio saperlo subito, senza studiare corsi di SEO, Copywriting e via discorrendo. Risparmi tempo e soldi.

Un altro concetto importante è che se decidi di scrivere un articolo, non ti fermare fino a quando non l’hai finito. Lascia fluire le parole senza stare a pensare troppo alla forma, alla punteggiatura e alla grammatica. Quelle le aggiusti dopo che hai finito di scrivere. C’è un libro bellissimo che si chiama “On The Road” di Jack Kerouac che ti consiglio di leggere. E’ un libro che incredibilmente è stato scritto su un rotolo, come se fosse un flusso di parole continue. Ecco, anche tu devi fare così. Inizia a scrivere e fermati quando hai finito.

Vediamo ora un altro argomento molto dibattuto.

Devi studiare dei corsi per scrivere un blog? No, non all’inizio.

SOLO dopo che avrai scritto i primi 20 articoli, potrai studiare due discipline assolutamente fondamentali per chi scrive un blog: SEO e Copywriting. Ma te lo ripeto, non prima di aver scritto 20 articoli da almeno 1000 parole ciascuno.

20 articoli è il numero minimo per capire se scrivere un blog può essere la tua strada o è meglio lasciar perdere e fare altro.

Scrivere un blog: vale sempre la pena?

Non sempre è la strategia corretta. A volte, è meglio fare altro, come per esempio dei video. Questo perché ci sono tantissime persone che proprio non ce la fanno a scrivere ma che comunque hanno bisogno di creare marketing per la loro azienda. In tal caso, al posto degli articoli scritti si possono realizzare dei video da caricare su Youtube, che spesso sono pure meglio degli articoli scritti.

C’è anche il caso opposto: hai passione per un determinato argomento e inizi a scrivere articoli per altri blog per farti conoscere.

E’ il caso di un giovane ragazzo che mi ha chiesto un consiglio su come avrebbe potuto chiamare una sezione che avrebbe curato all’interno di un blog non suo.

E io: “cosa? Ma sei matto?”

Scrivere in un blog non tuo senza aprirne uno proprio è sempre una pessima idea. Sempre.

Prima apri e scrivi un tuo blog e poi, dopo, scrivi altri articoli su altri blog che trattano argomenti simili al tuo per portare traffico al tuo sito (in gergo si chiamano Guest Post).

Scrivere un blog: vediamo la parte tecnica

Se vuoi realizzare un blog, utilizza solo ed esclusivamente WordPress (cos’è WordPress)

Farti realizzare un blog da un Web Designer costa almeno 800 euro che possono tranquillamente salire a 1500 se il Web Designer è un po’ famoso e sa fare bene il suo mestiere..

E questo è un problema se hai poco o pochissimo budget.

Esistono anche dei corsi che per qualche centinaio di euro, ti insegnano passo passo come aprirne uno.

Se hai zero budget, apri un blog gratis su wordpress.com. E facilissimo aprire un blog su wordpress.com e con due click il tuo blog è online. hai Non è il massimo, ma almeno parti. Inoltre, non hai più scuse: aprire un blog su wordpress.com è facile e gratis. Poi più avanti, se la cosa si fa più seria, potrai trasferire tutti i contenuti su un blog più professionale.

Scrivere un blog fa schifo, ma per me ne è valsa la pena

Ho iniziato a scrivere questo blog nell’estate del 2015. All’inizio ho scritto pochissimo, per poi aumentare con l’andare del tempo. Questo blog mi ha portato tante richieste di contatto e mi ha aiutato a stringere importanti collaborazioni.

Sarà così anche per te, fidati.

Un saluto

Marco

Facebook 0
Google+ 0
Twitter
LinkedIn 0
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Presto disponibile per il download l'ebook gratuito "Acquisire clienti dal web". Resta sintonizzato!