Ecco come riconoscere le migliori Web Agency!

Facebook 0
Google+ 0
Twitter
LinkedIn 0
WhatsApp
Email

Purtroppo, esistono decine di attività là fuori che campano sull’ignoranza della gente.

Sono aziende che campano sulla buona fede delle persone che non ci capiscono di quel determinato argomento o settore e, per tirare su qualche soldo, ti dicono delle mezze verità o NON ti dicono tutta la verità in modo tale da chiudere così una vendita o semplicemente gonfiare le fatture.

Mi sto proprio riferendo al muratore che ti dice “si Mario non si preoccupi, è un lavoretto di mezza giornata” e poi il muratore, ovviamente DOPO che ti ha buttato giù il muro, ti dice “eh ma vede, ci vuole un po’ più di tempo” e ti mette su un cantiere in casa.

E poi, dopo due settimane di lavoro ti chiede 7000 euro (a me questa cosa è successa per davvero l’anno scorso).

Oppure il meccanico che fa la cresta sul tempo che impiega a ripararti la macchina. Che magari ti chiede 400 euro per un danno da massimo 100 euro (e anche questa cosa, aimè, mi è successa).

Oppure il ristorante, che ti fa pagare 50 euro una bottiglia di vino che puoi comprare alla Lidl per 3 euro (successo anche questo…)

E la lista potrebbe andare oltre all’infinito.

Semplicemente sono persone che, visto che tu non ne capisci di quell’argomento specifico, se ne approfittano della tua buona fede.

Perché ti sto dicendo questo?

Te lo dico perché la stessa identica cosa succede anche nel web, quando per esempio vuoi far realizzare a qualcuno il tuo sito internet.

Succede la stessa identica cosa.

Infatti quello che succede spessissimo è che le Web Agency poco trasparenti, per guadagnare un po’ di soldi e costringerti a farti pagare tutti gli anni il loro abbonamento, utilizzano una serie di tattiche e strategie che ti andrò a illustrare, una per una, in questo articolo.

Che, per l’amor del cielo, non è che siano sbagliate a priori. Però un conto è avvisare bene il cliente di quello che sta comprando, un’altra cosa è omettere la verità.

Quindi per chiarire, per me Web Agency poco trasparente intento la Web Agency che si approfitta dell’ignoranza della persona per fargli comprare un prodotto o servizio senza spiegarne bene i dettagli, i vari vincolo o i difetti.

So già che alzerò un gran polverone, ma ci sono cose così evidenti, che non posso stare zitto. Mi dispiace.

Dopo aver letto l’articolo e aver capito i rischi che corri, nel caso tu abbia fatto realizzare il tuo sito web da queste web agency, potrai scegliere se farti andare bene la situazione oppure recedere il contratto (pagare quello che c’è da pagare) e andare da Web Agency (o da Web Designer Freelance) che sanno fare bene il loro mestiere (e lo fanno in maniera chiara e trasparente).

Nel caso in cui tu debba realizzare da ZERO il tuo sito Web, è assolutamente importante leggere questo articolo perché sarai informato e saprai quali sono le GIUSTE domande da chiedere quando chiederai un preventivo per realizzare il tuo nuovo sito web, e partire così con il piede giusto.

Allora, sei pronto che partiamo? Forza, diamo fuoco alle polveri!

REGOLA n.1:

Se vuoi aggiornare periodicamente i contenuti (foto, news,ecc…) il tuo sito web deve essere un sito dinamico e non un sito statico.

Che cosa vuol dire. Mi spiego subito.

Un sito dinamico è un sito in cui è possibile inserire e modificare i contenuti al suo interno in autonomia SENZA che tu debba chiedere alla Web Agency.

Quando fai realizzare un sito web sai già che molto probabilmente, nel tempo, dovrai inserire dei materiali e dei contenuti che potrebbero essere:

  1. Foto
  2. News
  3. Articoli di blog
  4. Promozioni
  5. ecc…

Insomma, tutta una serie di elementi che rendono il sito fresco e aggiornato. Facciamo un esempio per capirci meglio. Mettiamo che tu abbia un Hotel in Riviera.

Se tu hai un Hotel in riviera è ovvio che, nel tempo, dovrai aggiornarlo con nuove foto, informazioni e news. Oppure se le cose vanno così così, devi poter inserire delle promozioni o ritoccare la tabella dei prezzi. E’ normale.

E queste cose le devi poter fare in autonomia senza dover dipendere dalla Web Agency. Questo perché se sei costretto a doverti rivolgere ad una Web Agency, ovviamente, loro ti staccano fattura.

E se la Web Agency ha strutturato il tuo sito in modo che tu non ci possa mettere le mani (quindi neanche inserire una semplice “news”), vai tranquillo che probabilmente hai a che fare con una Web Agency un po’ “così così” e le modifiche te le farà pagare tantissimo (ho visto chiedere 300 euro per dei lavori da massimo 50 euro).

A meno che tu non debba aggiornare periodicamente dei contenuti. Infatti, se non vuoi aggiornare periodicamente i contenuti. esistono Web Agency italiane che realizzano solo siti web vetrina e fanno dei lavori spettacolari.

Quindi, domanda numero uno da fare alla Web Agency (o al Web Designer Freelance): “Il sito web sarà dinamico o statico? I contenuti li posso inserire in autonomia oppure devo dipendere da te per ogni più piccola modifica?

Bene, andiamo avanti. Mettiamo che la Web Agency ti abbia risposto: “tranquillo Mario, potrai inserire tu i contenuti“, comunque non puoi assolutamente abbassare la guardia perché c’è la regola numero 2. Vediamola insieme.

REGOLA n.2

Mettiamo che la Web Agency ti creerà un sito Web dinamico, l’altro cosa fondamentale è che:

Io ti consiglio di far realizzare il tuo Sito Web con un CMS open source (come può essere per esempio WordPress) e non con un CMS di proprietà della Web Agency.

Che cosa vuol dire. Innanzitutto se non sai che cos’è un CMS, ti consiglio di leggere subito questo articolo del blog che ti spiega come creare un sito web. Poi, dopo che hai letto quell’articolo, prosegui in questo articolo che entra ancora di più in dettaglio e ti spiega che cos’è wordpress.

OK? Hai letto i due articoli? Andiamo avanti.

Se hai letto i due articoli, avrai imparato sicuramente che se vuoi modificare un sito web da solo in autonomia devi utilizzare un CMS, ma non un CMS qualsiasi, devi utilizzare WordPress (o anche Joomla o Drupal vanno bene).

Soprattutto ti consiglio di NON far realizzare il tuo sito web con un CMS proprietario della web agency. Questa cosa è fondamentale, appuntatela, mi raccomando. Non firmare nessun contratto con la Web Agency se prima non hai chiarito questo punto. Anche in questo caso esistono delle eccezioni: non è che se hai un sito web realizzato con un CMS proprietario ti hanno truffato. Anche perchè, a volte, alcuni CMS proprietari sono fatti molto bene. L’unica cosa che ti voglio dire è che, per non saper nè leggere nè scrivere, è meglio affidarsi ad una piattaforma come WordPress di cui sei sicuro che è affidabile e facilmente trasferibile nel caso in cui volessi cambiare Web Agency.

Quindi, la domanda numero due da fare alla web agency è: “Che CMS utilizzerai per realizzare il mio sito web?” e dopodiché drizza bene le orecchie e presta molto attentamente alla loro risposta. La risposta che ti devono dare è solo una che è: “il sito web lo realizzeremo in WordPress” oppure Joomla o Drupal che abbiamo visto che va bene lo stesso.

OK, diciamo che se la Uebb-agensi ti realizza un sito web dinamico con WordPress un pochino puoi abbassare la guardia, ma comunque non ti puoi lo stesso rilassare perché c’è la regola numero 3. Che è ugualmente molto importante come le altre due che è:

REGOLA n.3:

Il dominio deve essere intestato a TE (o alla tua società) e il sito web deve essere TUO.

Nel senso che se un giorno litigherai con la tua Web Agency, o la vuoi cambiare per mille motivi, potrai essere libero di prenderti il tuo bel sito Web e farlo gestire da un’altra web Agency SENZA che la tua nuova Web Agency lo debba ricreare da zero.

Questa cosa è fondamentale. Innanzitutto il dominio deve essere di tua proprietà e non di proprietà della Web Agency. Ovviamente questa cosa è importantissima. Se tu hai un’hotel e l’hotel si chiama Hotel Bellavista (nome di fantasia), il dominio del sito web hotelbellavista.com deve essere TUO.

Su questo non ci piove. Il dominio deve essere intestato a te.

Poi, un’altra cosa, devi chiedere alla tua Web Agency la possibilità di prendere il tuo sito web (che ti ricordo è tuo perché lo paghi), e di prenderlo così come sta e di darlo in gestione ad un’altra web agency.

Per la regola numero 3, in realtà le domande sono due:

La prima è: “Chi sarà l’intestatario del dominio?” e ovviamente la risposta della Web Agency deve essere “Sarai TU (o la tua azienda) l’intestatario del dominio“. Non devi accettare altre risposte. Semplice.

La seconda domanda è: “nel caso io volessi prendere il sito web che creerete voi con WordPress e volessi darlo ad un’altra Web Agency, è possibile fare questo trasferimento o no?“. E, anche in questo caso, la risposta deve essere solo una che è: “Tranquillo Sig. Rossi, noi faremo il possibile per far sì che lei sia contento di noi e del nostro servizio, MA nel caso in cui volesse cambiare Web Agency, le darò tutti i codici di accesso per prendere il sito Web e darlo, così come sta, ad un’altra Web Agency“.

Ok, questo è quanto. Spero di essere stato chiaro. Mi raccomando è importante chiarire questi aspetti PRIMA di far realizzare il sito web alla Web Agency (o al Web Designer Freelance).

Poi ci sono altre sfumature che andrebbero rispettate, però non facciamo troppo i fiscali. Se i professionisti web che ti realizzeranno il sito rispetteranno quelle tre regole che ti ho detto, vai abbastanza tranquillo. Se poi vuoi approfondire un altro po’ l’argomento, ho scritto un articolo che ti spiega, passo passo, come scegliere una web agency.

Nel caso in cui tu abbia un sito web e la Web Agency che ti ha realizzato il sito Web viola tutte o anche solo una delle regole che ti ho scritto, il mio consiglio è solo uno ed è molto semplice:

Cambia Web Agency.

Capisco che non sia semplice farlo su due piedi, ci vuole tempo ma io, se fossi in te, non ci penserei due volte e inizierei a pianificare il passaggio di mano.

Ok, per oggi è tutto. Ho scritto un articolo di 1600 parole di getto, perchè oggi ho visto l’ennesimo scempio e l’ennesimo imprenditore “raggirato” perchè la Uebagensi che gli ha fatto il sito se ne è approfittata della sua ignoranza e ha realizzato il suo sito con un CMS proprietario fatto veramente male (e so già che così è legato in modo quasi indissolubile a quella web agency).

Per oggi è tutto. Se qualcosa non è chiaro fammelo sapere nei commenti!

A presto

Marco

Facebook 0
Google+ 0
Twitter
LinkedIn 0
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Presto disponibile per il download l'ebook gratuito "Acquisire clienti dal web". Resta sintonizzato!